Esercizio per 6 dicembre

Leggi Gv 4, 1 – 42.

Qual’è la trama di risoluzione?

Qual’è la trama di rivelazione?

27 Comments

  1. § Trama di risoluzione.
    Gesù, messo in confronto nel successo del battesimo con Giovanni, lascia la Giudea per la Galilea: attraversa la Samaria.
    Al pozzo di Giacobbe in Sicar, affaticato, sedeva presso il pozzo a mezzogiorno, i discepoli erano in cerca di cibo: Chiede da bere ad una donna samaritana.
    Interrogato sul rapporto Giudei/Samaritani afferma di potere dare da bere lui a lei, se lei lo conoscesse. E’ più grande di Giacobbe il costruttore del pozzo? Sì, è una sorgente di acqua viva!
    Lei chiede di averne. Gesù dice di tornare con il suo marito, svelando che lei non ha marito, ne ha avuti sette.
    Lei lo riconosce come profeta. Quindi interroga su come adorare Dio. Gesù le rivela che ora viene il tempo per adorare Dio in Spirito e Verità.
    Lei lo riconosce Messia.
    Giunti i discepoli si scandalizzano del Maestro che parla con una donna, ma tacciono.
    Lei lascia tutto e parte ad annunziare l’incontro con il profeta-messia.
    I discepoli vogliono far mangiare Gesù ma egli afferma che ha già mangiato: il suo cibo è fare la volontà del Padre. Li ammaestra sulla missione.
    I samaritani vengono a Gesù e riconoscono in lui il profeta: sono venuti con le parole, credono per la testimonianza.
    § Trama di rivelazione.
    Il testo è molto complesso ed allegorico, riguarda il rapporto fra le cose di questo mondo, mangiare e bere che ricercano i discepoli e la donna, e le cose spirituali, che Gesù dona. In ciò viene anche racchiuso il rapporto fra la religione (degli ebrei e dei samaritani) e la fede.
    Il testo riguarda anche il battesimo e l’acqua; per sfuggire ai confronti ed alle proclamazioni di popolo infatti Gesù lascia la Giudea.
    I discepoli, per ricercare il cibo, lasciano solo e stanco Gesù che chiede da bere ad una donna: la pedagogia del Maestro è di porsi al livello di questa donna – e questa donna simboleggia tutta la Samaria, nemica di Giuda, è doppiamente detestata dagli ebrei come donna e come straniera nemica – e a questa donna propone un cammino di rivelazione:
    – Il rapporto fra il patriarca Giacobbe e la nuova acqua viva che scaturisce da Gesù (roccia dell’Esodo), fa proclamare alla donna la richiesta di acqua viva;
    – La rivelazione dello stato di non-moglie, e quindi di infedele, fa proclamare a Lei lo stato di profeta di Gesù;
    – L’annuncio della nuova adorazione in spirito e verità la fa aderire al vero discepolato, lasciare tutto della sua vita e partire per la missione di annuncio.
    I (veri?) discepoli tornano e … ci fanno una figuraccia: non hanno capito niente e continuano a non capire. Sono ancora ebrei, che adorano in verità e da cui viene la salvezza, che però si dannano per cercare da mangiare, avendo la religione ma non la Fede.
    Gesù, col discorso sulla semina e mietitura li ammaestra sulla loro, futura, missione: prosegue con loro la Sua azione pedagogica.
    Curiosamente, i primi cristiani sono proprio i Samaritani di Sicar, che credono in virtù dell’annuncio che gli ha portati a Cristo ma più ancora in virtù dell’incontro con il Maestro stesso (seminatore).
    La trama di rivelazione svela la natura del battesimo di Cristo.

  2. Trama di rivelazione – consiste in un aumento di conoscenza su un personaggio della storia.
    La parte centrale del brano (Gv 4,9-19), il dialogo tra la Samaritana e Gesù.
    Tramite la simbologia dell’acqua viva Gesù rivela se stesso ed il dono dello Spirto Santo; con poche domande e alcune ammissioni alla fine del racconto conosciamo alcuni aspetti importanti della vita della donna.
    Trama di risoluzione – l’azione trasformatrice opera sul piano di ciò che accade.
    Gv 4, 39-42 I samaritani credono! Questo a seguito della rivelazione di Gesu alla donna e della sua forte testimonianza. Alla fine i Samaritano credono perchè la donna li ha portati ad “udire e comprendere”

  3. – La trama di risoluzione (trama la cui azione trasformatrice opera su ciò che accade) Gv 4,1 – 42
    secondo me, è evidente al versetto 39 “Molti Samaritani di quella città credettero in Lui per la parola della donna, che testimoniava: .
    – La trama di rivelazione (trama la cui azione trasformatrice consiste in un aumento di conoscenza su un personaggio della storia raccontata) nel dialogo tra Gesù e la donna a mio sentire, possiamo comprendere come incontrare Gesù sia semplice se lo permettiamo. La donna si lascia “avvicinare” non scappa, anche se al tempo Giudei e Samaritani non avevano buoni rapporti. L’ acqua tema fondamentale di questo dialogo ci porta dopo apparenti fraintendimenti alla rivelazione di Gesù al v. 25,26 ” Gli rispose la donna: <>. Le dice Gesù: <>.”

  4. ento è in attesa di moderazione
    – La trama di risoluzione (trama la cui azione trasformatrice opera su ciò che accade) Gv 4,1 – 42
    secondo me, è evidente al versetto 39 “Molti Samaritani di quella città credettero in Lui per la parola della donna, che testimoniava: .
    – La trama di rivelazione (trama la cui azione trasformatrice consiste in un aumento di conoscenza su un personaggio della storia raccontata) nel dialogo tra Gesù e la donna a mio sentire, possiamo comprendere come incontrare Gesù sia semplice se lo permettiamo. La donna si lascia “avvicinare” non scappa, anche se al tempo Giudei e Samaritani non avevano buoni rapporti. L’ acqua tema fondamentale di questo dialogo ci porta dopo apparenti fraintendimenti alla rivelazione di Gesù al v. 25,26 ” Gli rispose la donna: . Le dice Gesù: .”

  5. – La trama di risoluzione (trama la cui azione trasformatrice opera su ciò che accade) Gv 4,1 – 42
    secondo me, è evidente al versetto 39 “Molti Samaritani di quella città credettero in Lui per la parola della donna, che testimoniava: “Mi ha detto tutto quello che ho fatto”.

    – La trama di rivelazione (trama la cui azione trasformatrice consiste in un aumento di conoscenza su un personaggio della storia raccontata) nel dialogo tra Gesù e la donna a mio sentire, possiamo comprendere come incontrare Gesù sia semplice se lo permettiamo. La donna si lascia “avvicinare” non scappa, anche se al tempo Giudei e Samaritani non avevano buoni rapporti. L’ acqua tema fondamentale di questo dialogo ci porta dopo apparenti fraintendimenti alla rivelazione di Gesù al v. 25,26 ” Gli rispose la donna:”So che deve venire il Messia (cioè il Cristo) :quando egli verrà, ci annunzierà ogni cosa”. Le dice Gesù:”Sono io che ti parlo”.
    katia

  6. – La trama di risoluzione consiste nel fatto che la donna samaritana e gli altri abitanti della città riconoscono che Gesù è il Messia ed il salvatore del mondo (v.39-42).
    – La trama di rivelazione viene descritta nell’incontro fra Gesù e la donna Samaritana e culmina nel v. 26 in cui Gesù si rivela come il Messia. Dopo infatti la promessa dell’acqua viva e la rivelazione che Dio è spirito e che i veri adoratori devono adorarlo in spirito e verità, Gesù dice alla donna che è Lui il Messia!

  7. La trama di risoluzione , io la trovo al v.39 “Molti Samaritani di quella citta’credettero a Lui x la parola della donna,che testimoniava:”Mi ha detto tutto quello che ho fatto”. E nei v.41-42Molti di piu’ credettero x la Sua parola e alla donna dicevano:”Non è piu’ x i tuoi discorsi che noi crediamo, ma perché noi stessi abbiamo udito e sappiamo che Questi è veramenteil salvatore del mondo.
    La trama di rivelazione,si compie al pozzo quandoGesù dice alla donna:”Chiunque beve di quest’ acqua avra’ di nuovo sete ; ma chi berrà dell’ acqua che Io gli darò,non avra’ più sete in eterno.Anzi,l’ acqua che Io gli darò diventerà in lui una sorgente d’ acqua che zampilla x la vita eterna,” v13-14

  8. Rivelazione: Gesù piano piano si rivela alla samaritana da come le risponde:da subito lei lo chiama giudeo(4,9), poi passa a chiamarlo Signore (4,11), poi profeta, (4,19), poi lo suppone il Messia (4,25), infine il Cristo (4,29).
    Risoluzione: la conversione istantanea della donna la porta a lasciare la brocca ed andare ad annunciare il Cristo ai suoi (4,28), sottoforma d’interrogativo (che sia lui il Cristo?) per incuriosire.
    Il risultato è che molti samaritani credettero per la sua testimonianza, (4,39) ma molti di più per la parola annunciata da Cristo (4,42)
    Donatella

  9. Gesù al pozzo di Sicar incontra una donna samaritana,mentre i discepoli vanno in cerca di cibo Gesù chiede da bere dell’acqua di quel pozzo.<>visto che la samaritana aveva avuto 5 mariti.Infatti Gesù le risponde che chi beve della sua acqua non avrà più sete perche’ la sua sarà una sorgente da dove scaturisce,fede,amore,speranza che gli donerà una vita nuova.Rivolgendosi agli apostoli gli dice <> Gesù invia i discepoli ad annunziare la buona novella perche’ il Messia è in mezzo a loro..
    trama di risoluzione.Molti Samaritani credettero a Gesù per la testimonianza della donna,ma credettero ancor di più perchè loro stessi avevano visto e udito,affermando “questi è veramente il salvatore del mondo “.

  10. Trama di risoluzione:
    Gesù si pone sul piano della samaritana e chiede dell’acqua (fisica), la donna provoca Gesù e Gesù provoca la donna alzando (cambiando) il livello della comunicazione, la donna si lascia provocare, Gesù si fa riconoscere, lei crede. Provocazione – lasciarsi provocare – risposta.
    Trama di rivelazione:
    Gesù da uomo che ha sete a colui che disseta si rivela come sorgente d’acqua viva per tutti. Universalità del messaggio, pur rimarcando che dal popolo eletto ha origine la storia di salvezza ora oltrepassa i confini della discendenza per la conversione scaturita dall’incontro.
    Opera dei discepoli: mietono ciò che non hanno semintato, è un richiamo alla storia della salvezza dove ognuno è chiamato per il suo pezzo, proseguendo e precedendo il lavoro di altri. E’ Dio che chiama e da i tempi. Gesù si rivela ai discepoli come colui che discende (mandato) dal Padre per un nuovo battesimo, nuovo tassello definitivo per la storia della salvezza.

  11. trama di risoluzione:v19la samaritana scopre il suo bisogno di Dio,il discorso diventa religioso e la donna mette in discussione le sue verità(v20).Gesù ha cambiato in lei la natura del rapporto,un desiderio(acqua)si è trasformato in una necessità(Dio).Gesù lo sà e le dice :Fidati di me (credimi)”donna”,nel vangelo di Giovanni le “donne” incontrate da Gesù sono state trasformate dalla fede,sono io il nuovo Tempio in cui amare Dio in Spirito e Verità,Gesù “libera”l’amore a Dio da vincoli di culto,la donna dopo aver sentito l’auto-rivelazione di Gesù,non proclamando la sua fede,lascia però la brocca(prima indispensabile)e va in missione.trama di rivelazionev40-42I Samaritani,come i discepoli di Emmaus,lo invitarono a rimanere con loro e credettero per la sua Parola.

  12. trama di rivelazione : lo troviamo nel dialogo al pozzo tra Gesù e la donna samaritana ,dove in poche risposte di Gesù ,lei comprende chi è veramente infatti,prima lo chiama giudeo,poi Signore, poi profeta ,poi allude al Messia e infine lo chiama il Cristo. TRAMA RISOLUZIONE: la troviamo quando la donna comprende e si converte eSUBITO annuncia il Cristo v,28 – poi nel v,39 quando molti credettero ascoltando la sua testimonianza , nel v,41 quando molti di più credettero alla “ALLA SUA PAROLA” non più alla testimonianza della donna .

  13. TRAMA DI RISOLUZIONE: mi focalizzerei sul discorso al pozzo dove gesù fa una similituide con l’acqua fisica e l’acqua viva, qui la donna passa da un’idea di quell’uomo, come uomo qualunque all’idea che esso sia il messia.
    TRAMA DI RIVELAZIONE: assocerei sia il comportamento della donna che la parte in cui Gesù spiega ai discepoli la mietitura, come un voler insegnare o istruire i discepoli per quello che poi dovranno fare, cioè dopo aver ricevuto il battesimo, riceveranno anche lo spirito santo e a quel punto dovranno andare a testimoniale la loro fede con la loro vita, come ha fatto la donna del villaggio con gli altri abitanti del villaggio, e come dovrebbe fare ogniuno di noi.

  14. La trama rivelatrice credo sia in Gv. 4,25,quando la donna spiega a Gesù che stanno aspettando il Messia, chiamato il Cristo, e Gesù risponde alla donna”Sono io, che parlo con te”. L’attesa del Messia si rivela ora davanti a lei.
    La trama di risoluzione potrebbe essere, che la parola di Gesù detta prima alla Samaritana, poi al resto del popolo ha convertito molte persone.

  15. 1)Gesù incontra una donna,Samaritana, le parla e rivela chi è LUI e chi è lei…
    2)Lei si lascia interpellare… e scopre una nuova possibilità… non la donna peccatrice… la la discepola l’annnciatrice…MOLTI SAMARITANI CREDETTERO (tra cui la samaritana… anche se il vg non lo dice)
    paolafma

  16. Gv. 4,1-42
    TRAMA DI RIVELAZIONE:
    l’azione trasformatrice consiste in un aumento di conoscenza su un personaggio della storia.
    Il brano della Samaritana è un cammino graduale che culmina nel riconoscimento del Salvatore.
    Inizia col chiamarlo “giudeo”, poi “più grande del padre Giacobbe”, quindi “Signore”, “Profeta” e “Messia”.
    ****
    TRAMA DI RISOLUZIONE:
    l’azione trasformatrice opera su ciò che accade.
    Molti samaritani credettero in Lui per le parole della donna … Molti di più credettero per la Sua parola …

    Maria Grazia, parrocchia di Santarcangelo

  17. Leggi Gv 4, 1 – 42.
    Qual’è la trama di risoluzione?
    La trama la cui azione trasformatrice opera negli accadimenti evidenzia in particolar modo il cambiamento degli eventi soprattutto in riferimento ai due personaggi principali: Gesù e la Samaritana.
    – Gesù si trasforma da colui che sfugge all’incomprensione in colui che è creduto, compreso e accolto con entusiasmo.
    (“Gesù venne a sapere che i farisei avevano sentito dire: “Gesù fa più discepoli e battezza più di Giovanni” e quindi sapendo che i farisei non capivano il senso di quel battesimo, perché lo rifiutavano ed erano chiusi al suo messaggio, e perciò non potevano accedere alla sua salvezza, decide di tornare alla sua terra d’origine, la Galilea. Forse è azzardato supporre il tormento del suo animo, durante quel viaggio che ha come tappa intermedia la città di Sicar, che è manifestato con la “sete” che non è solo fisica ma anche e soprattutto sete spirituale di Gv,4-34 “…fare la volontà di colui che mi ha mandato e compiere la sua opera” cioè portare la salvezza a ciascun uomo, soprattutto a coloro che ne hanno più bisogno. Gesù perciò è “dissetato” dall’adesione della samaritana prima e dei suoi concittadini poi. “(40)E quando i Samaritani giunsero da lui, lo pregavano di rimanere da loro ed egli rimase là due giorni”. Lui che sfuggiva da quelli che avrebbero dovuto accoglierlo perché “( 22) la salvezza viene dai Giudei” trova grande accoglienza da coloro che “adorano ciò che non conoscono”.)
    – La Samaritana si trasforma da donna che sta solo andando a prendere acqua al pozzo in una vera discepola del Cristo ed infine in apostolo.

    Qual’è la trama di rivelazione?
    Proprio la sopradescritta“ sete” di Gesù unita alla profondissima conoscenza dell’animo umano, ed in particolare di quello della donna che ha davanti, porta a far fare alla Samaritana quel percorso di salvezza che Gesù stesso desiderava per i Giudei.
    Gesù attraverso richieste “Dammi da bere” e dialoghi “Va’ a chiamare tuo marito e ritorna qui”, svela al lettore ed alla Samaritana stessa il bisogno di verità che lei, pur senza saperlo, aveva nel cuore,appesantito dalla consapevolezza di essere nell’errore, fuori dalla legge, perché “non-moglie”. Gesù fa leva su un punto di forza “in questo hai detto il vero” per raccogliere e far fruttificare tutto il desiderio di salvezza che c’è nel cuore di quell’”infedele” fino a farla diventare sua coinvolgente apostola di conversione.

  18. secondo me la Samaritana, nell’incontro con Gesù rappresenta tutto il suo popolo, formato dall’unione di cinque(come i suoi mariti) popoli pagani, ognuno con i suoi dei da adorare. La costruzione del tempio sul monte Garizim forse indica la loro ricerca di un dio da adorare (infatti il marito della donna non è suo marito). Il popolo così disorientato è pronto ad accogliere il messaggio di Gesù, nella trama di risoluzione avviene la conversione del popolo che riconosce in Gesù il Messia mandato dal Padre per la salvezza del mondo. vv.4,30-42
    Al pozzo, fonte di acqua viva,nella trama di rivelazione, la Samaritana riconosce il Profeta che al v.26 rivela di essere il Messia
    l,

  19. Situazione iniziale: Gesù “lasciò allora la Giudea e si diresse di nuovo verso la Galilea. Doveva perciò attraversare la Samaria…Gesù dunque, affaticato per il viaggio, sedeva presso il pozzo”

    Complicazione: Viene individuata nel rapporto uomo-donna ma anche a livello di nazionalità, di razza e di religione. Giovanni evidenza che “Come mai tu, che sei Giudeo, chiedi da bere a me, che sono una donna Samaritana?”.

    Azione trasformatrice-Trama di Risoluzione: il Signore si rivolge alla Samaritana non per il suo bisogno fisico di dissetarsi, quanto per generare in lei il bisogno di trovare l’acqua viva, quella che da un senso alla vita. I ruoli a un certo punto si invertono. “Signore – gli dice la donna –, dammi quest’acqua, perché io non abbia più sete e non continui a venire qui ad attingere acqua”. A questo punto le parole di Gesù hanno lo scopo di manifestare la sua scienza soprannaturale in modo che la donna riconosca la sua autorità, “infatti hai avuto cinque mariti e quello che hai ora non è tuo marito; in questo hai detto il vero”

    Azione trasformatrice-Trama di Rivelazione: “Sono proprio io che parlo con te”, che si potrebbe interpretare come “io che ti parlo sono il messia”. Qui è Gesù che rivela se stesso nella sua più intima natura, è lui il messia, l’unto del Signore e

    Soluzione: “Molti Samaritani di quella città credettero in lui per la parola della donna, che testimoniava: «Mi ha detto tutto quello che ho fatto”

    Situazione finale: Molti di più credettero per la sua parola e alla donna dicevano: «Non è più per i tuoi discorsi che noi crediamo, ma perché noi stessi abbiamo udito e sappiamo che questi è veramente il salvatore del mondo».

  20. lucia 06/12/12
    Gesù si rivela alla samaritana nel modo in cui le parla al pozzo quando le chiede dell’acqua.Lei lo riconosce dalle sue risposte.Infatti prima lo chiama giudeo poi Signore,profeta e alla fine Cristo.
    La risoluzione la troviamo quando lei si converte e annuncia.Molti credettero alla sua testimonianza.Molti di più alla Parola di Cristo e non solo alla testimonianza della donna.

  21. Qual’è la trama di rivelazione? Il pozzo e il tema dell’acqua sono simbolo di un itinerario terreno e spirituale del popolo di Dio nell’AT (Genesi, Esodo).
    Qual’è la trama di risoluzione? Gesu’ nel Vangelo diventa l’acqua viva (Gv. 4,10) simbolo dello Spirito (Gv. 4,23-26).

  22. Rosemarie, Manuela, Anna Maria
    Gv 4, 1-42
    I Samaritani – GV 4, 9-10 và compreso alla luce del secolare contrasto etnico religioso che intercorre tra questo popolo e i giudei.
    I Samaritani hanno origine dalla fusione dei coloni assiri co gli Israeliti, del regno del nord, dopo la caduta della loro capitale Samaria nel 721a.C.
    Nel terzo secolo a.C. i Samaritani innalzarono il loro Tempio di Gerusalemme, essi inoltre riconoscevano il solo Pentateuco ( cioè i primi cinque libri della Bibbia) come loro testo sacro. Pur osservando il sabato e altre feste, come pure il rito della circoincisione erano ritenuti impuri ( Cioè eretici ) dai Giudei.
    Il dialogo tra la Samaritana e Gesù avviene presso il pozzo di Giacobbe, il pozzo è il simbolo “dell’acqua viva” che nella tradizione biblica e giudaica era segno di Dio stesso.
    Il pozzo era il simbolo della Scrittura, che vanno scavate come si scava un pozzo, occorre ascoltare e leggere con attenzione e imparare la Parola di Dio perchè possa illuminare , dissetare e generare sapienza nel cuore dell’uomo.
    L’acqua è segno e strumento del “dono” dello Spirito Santo che Gesù promette alla Samaritana.
    Gesù solo, stanco e all’ora sesta (mezzogiorno) stanco per il caldo, per facilitare il dialogo chiede alla donnail favore di un pò d’acqua , il risultato è raggiunto, ” come mai tu che sei giudeo, chiedi di bere a me che sono una donna Samaritana?”
    E’ il paradosso di un Dio che si fà viaggiatore affaticato e mendicante assetato per dare all’uomo la possibilità di attingere un’acqua che elimina definitivamente la sete, chiedendo l’acqua alla donna accende nel suo cuore la sete di Dio: chiede di bere e promette di dissetare.
    ” Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice … in queste parole c’è tutto l’amore di Gesù per questa donna e il desiderio intimo di accompagnarla lungo quel cammino di fede che la spinge a chiedere : “Signore dammi di quest’acqua”
    So che deve venire il Messia chiamato da Cristo : quando egli verrà ci annuncierà ogni cosa, di fronte a questa attesa Gesù può fare questa affermazione di fede : sono io che parlo con te”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...