L’acqua che disseta (omelia II TO Anno A)

Il progresso industriale ed economico ha prodotte una grande varietà di bibite gassate, e ormai pochi di noi bevono l’acqua del rubinetto. Ma vi è mai capitato di avere realmente sete? Di esservi trovati a camminare per una giornata intera d’estate avendo dimenticato la borraccia? E poi di aver trovato una fontana accanto ad una casa o un abbeveratoio di campagna? Quell’acqua è sicuramente più buona di tutte le bibite del mondo. Quando hai veramente sete non bevi la coca cola, ma l’acqua! Quell’acqua limpida, fresca, che quando hai sete è la cosa più bella del mondo, è l’acqua dello Spirito che Gesù dona in mezzo alle aridità della nostra vita. Lo testimonia Giovanni il Battista: la vera acqua, quella che disseta tutto l’uomo non è quella del suo battesimo, ma quella che può donare soltanto Gesù. Non è l’acqua del fiume Giordano, ma è l’acqua che scaturisce dal costato trafitto di Gesù sulla croce. Quell’acqua lì disseta veramente, perché ci trasforma togliendo tutta l’oscura attrazione del male che ancora schiavizza la nostra coscienza.  Quell’acqua è lo Spirito, l’amore di Dio, che ci perdona e ci consola e ci viene donata con il battesimo di Gesù, il battesimo nello Spirito Santo!

Tante persone oggi, pur essendo battezzati e cresimati, è come se avessero ancora solo il battesimo con acqua, nel senso che non sono ancora consapevoli dell’azione dello Spirito Santo, che è stato realmente donato con il sacramento che hanno ricevuto da bambini. È necessario il battesimo nello Spirito, ossia che quel dono cominci ad operare con la potenza dello Spirito. Quante persone scoprono a trenta o quarant’anni il dono dello Spirito che hanno ricevuto da bambini. Magari dopo un periodo di aridità, dove si diventa scontenti di tutto e niente è più in grado di darti gioia, ecco che scopri l’acqua che disseta! Oppure dopo un lutto che ti cambia la vita, ecco lo Spirito ti scuote e ti sostiene! O ancora il dono bellissimo di un figlio o un amore sbocciato all’improvviso ti fanno intuire tutte le profondità della vita e per grazia di Dio arrivi nel punto più profondo, lì al centro del tuo cuore, dove c’è la fontana dell’acqua viva, che sgorga senza fine.

La cosa più bella poi è che questo battesimo nello Spirito non ti chiude in un’autosufficienza egoistica, ma ti apre agli altri, e ti fa entrare sempre più nella Chiesa, te la fa comprendere e amare. Avevi pensato alla Chiesa come un’istituzione potente, conservatrice e fredda e ora la scopri come una famiglia, in cui ti ritrovi ogni domenica, per ristorarti alle acque che dissetano, ai pascoli erbosi in cui puoi riposare dopo un lungo cammino sotto il sole.

Come comunità cristiana siamo chiamati a favorire questo passaggio, questa riscoperta, a accendere nelle persone la nostalgia profonda del dono che hanno già ricevuto. Siamo chiamati ad evangelizzare! E questo non solo per gli altri, ma per noi stessi, perché il dono dello fede è un tesoro che si accresce donandolo e muore se lo si tiene nascosto.  Parlo al noi e non intendo noii preti, ma intendo noi battezzati! Noi siamo una famiglia e una famiglia non è fatta solo dal babbo, ma anche dalla moglie, dai fratelli e dalle sorelle, dai nonni, dagli zii e dai cugini. E se il babbo ogni tanto è indaffarato al lavoro e ogni tanto ritorna a casa un po’ scorbutico perché stressato… non succede in ogni famiglia? Allora ci sono la mamma, i fratelli e le sorelle ad accogliere chi bussa alla porta e a farlo sentire a casa con un bel sorriso e qualche parola di benvenuto.

Se la nostra parrocchia è una famiglia, ognuno di noi è responsabile di donarle quel calore che accoglie e fa sentire a casa coloro che cercano Dio nella loro vita e non l’hanno ancora trovato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...