La novità della fede (Omelia XXI TO Anno A)

Le chiavi sono immagine del potere, perchè aprire e chiudere il palazzo dell’amministrazione regale implica ogni giorno inaugurare e concludere l’attività politica del Regno, che rende possibile l’esecuzione delle decisioni del Re. Nella prima lettura queste chiavi vengono date da Dio ad Eliakim, che le conserva fino al tempo dell’invasione Assira nel 701 a.C.. Anche a Pietro nel Vangelo vengono date da Dio le chiavi del Regno dei cieli: egli ha un potere effettivo, che è quello di mettere in collegamento cielo e terra, perchè le decisioni che sono prese in cielo possano compiersi sulla terra. Legare e sciogliere rimanda non a caso , nel linguaggio rabbinico, alle interpretazioni della legge mosaica, donata da Dio sul monte Sinai, necessarie perchè essa aderisca sempre più profondamente alla vita del popolo e al mutare dei tempi.
Pietro rappresenta tutto il popolo di Dio- lo stesso potere è infatti dato a tutto il popolo di Dio (cfr. Mt 18, 18)-, nel dono della fede, che lo rende capace di interpretare e compiere la volontà di Dio nella sua vita, mettendo in comunicazione cielo e terra: questo è il potere delle chiavi. Ed è per questo che Pietro è “roccia”, perchè non si limita ad ascoltare, ma mette in pratica la parola di Dio, costruendo la sua casa sulla “roccia”.

Questa fede nasce per rivelazione, per dono, non è il frutto di una sapienza umana: “né la carne né il sangue te l’hanno rivelato”dice Gesù a Pietro. Il Padre lo ha rivelato per dono a Pietro, come rappresentante di quei piccoli e semplici, che sono contrapposti ai sapienti e agli intelligenti nel Vangelo di Matteo.
Molti di noi hanno ricevuto la fede dai loro genitori o dai loro nonni. L’hanno assorbita dall’ambiente cristiano che hanno vissuto in famiglia e nel contesto parrocchiale. Ma dobbiamo essere sempre più consapevoli che la fede è un dono dall’alto, che viene direttamente da Dio, dal Padre, nel nostro cuore. Naturalmente essa può essere favorita dal contesto culturale, ma mai determinata. Si tratta sempre del misterioso unico rapporto tra Dio e la sua creatura che si compie con il dono della fede!

Questo porta con se due conseguenze.
1. la fede ci dona anche un’inaudito potere sulla realtà, ossia di mettere in comunicazione cielo e terra, di attuare nella nostra vita la volontà di Dio. Sentiamo che Dio è sempre presente e nello stesso tempo ci orientiamo sempre più verso di lui, nelle decisioni e nelle azioni. In tal modo ogni giorno la fede ci conduce ad una novità, ad un progresso, ad un cambiamento. Nella fede non c’è mai un giorno uguale all’altro, ma c’è sempre la possibilità di crescere e approfondire.
Molti mi portano dei dubbi in confessione, come se fossero dei peccati. I dubbi possono essere un alleato importante di questa crescita, se vengono affrontati nella certezza di trovare una risposta, grazie al dono della sapienza rivelata che Dio ci fa. A volte i dubbi sono un dono che Dio ci fa per smuoverci dalle nostre convinzioni abitudinarie ed incamminarci finalmente nella strada della fede.

2.la fede ci spinge a godere del dono del Padre e ringraziarLo, lodarlo, così che la lode accresca la fede. Sarebbe bello farlo ogni mattina: abituarsi a lodare il Padre, per tutti i suoi doni, la vita, la salute, la fede, la famiglia, gli amici: sono tutti segni di cui lodare il Signore, per educarci a vedere in essi la sua presenza e il suo dono. Ecco allora che la lode alimenta e accresce la fede.

Oggi possiamo farlo con le parole del Salmo responsoriale, offriamo la nostra lode al Signore, perchè essere divenga eucarestia, rendimento di grazie, per il dono dello Spirito che egli ci farà in questa messa:
“Rendo grazie al tuo nome per il tuo amore e la tua fedeltà:
hai reso la tua promessa più grande del tuo nome.
Nel giorno in cui ti ho invocato, mi hai risposto,
hai accresciuto in me la forza.” Sal 137.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...