Meditazione per Settimana Santa – Cristo roccia spirituale

 

 

Cristo roccia spirituale – foglio per partecipanti

Cristo roccia spirituale – meditazione

CRISTO COME ROCCIA SPIRITUALE – 1 COR 10

-Breve introduzione esegetica

  • Paolo si rivolge ai «forti», nella fede (che hanno la conoscenza). Con ironia dice: non voglio che “ignoriate”!!

 

  • L’importanza dell’esempio “NEGATIVO” dei Padri

 

  1. 1 – 2: sotto la nube richiama Es 13, 21 – 22; 14, 19; Sal 78, 14; 105, 39; Sap 10, 17. La nube nell’interpretazione giudaica indica la presenza di Dio. Il mare richiama Es 14.
  2. 3 – 4 in questi versetti si ricorda il cammino nel deserto, con il dono della manna e dell’acqua, cibo spirituale e bevanda spirituale (Es 16, 1-36; 17, 1-7; Nm 20, 1-13; Sal 78, 25; Sap 16, 20).

Ma cosa intende Paolo più nel dettaglio con questa epithymìa kakòn?

IDOLATRIA: Episodio del vitello d’oro. Es 32, 1. 6

IMPURITÀ: le mogli pagane (collegamento con idolatria). Nm 25, 1-3

PROTESTA: episodio della roccia percossa da Mosè. Es 17, 2-7

MORMORAZIONE: episodi della manna. Es 16, 2-12

 

  • Tutte queste cose però accaddero a loro come esempio, e sono state scritte per nostro ammonimento, di noi per i quali è arrivata la fine dei tempi (vs coscienza lassista)

 

  • Infatti Dio è fedele (degno di fede) e ci da la via d’uscita (ekbasis: via di fuga) per poterla sopportare = non abbandonarci nella tentazione! (vs scrupolo)

 

-Suggerimenti di preghiera

  1. Mi dispongo davanti a Dio in preghiera. Sto in ginocchio o seduto, per entrare in colloquio con il Signore, o meditare su ciò che leggo, a seconda di ciò che voglio.
  2. Leggo con attenzione il brano di Paolo 1 Cor 10, 1-13 e riprendo alcuni passi paralleli che mi sono stati proposti.
  3. Chiedo al Signore il dono di una conoscenza interiore di Gesù, roccia spirituale che mi disseta nel deserto, per amarlo e seguirlo sempre più.
  4. Vedo Gesù che va alla passione per i miei peccati, di cui provo dolore e confusione.
  5. Considero come la divinità di Gesù si nasconda nella sua morte: contemplo l’acqua che scaturisce dal suo costato e nel dialogo con lui chiedo che me ne faccia dono, per trovare la via d’uscita alla tentazione.
  6. Concludo con un Padre Nostro.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...