Dodicesimo giorno, Kibera

Kibera è il più grande slam (baraccopoli) dell’Africa. Si trova a Nairobi e conta circa 800.000 persone, ma i calcoli sono approssimativi. Su una popolazione complessiva di circa tre milioni di abitanti a Nairobi, Kibera rappresenta un collegio elettorale di tutto rispetto per i politici locali, che ad ogni tornata elettorale fanno promesse per accaparrarsi i voti.

L’impressione rispetto a due anni fa, quando abbiamo visitato Kibera con il precedente gruppo, è che vi sia stato un leggero miglioramento nelle strutture: una strada asfaltata corre fino all’ingresso dello slam e vi sono, almeno in apparenza, più edifici in muratura, in gran parte scuole. Ciononostante il problema sanitario rimane intatto: rifiuti ovunque, assenza totale di condutture fognarie, bambini che corrono dentro discariche a cielo aperto, sorridenti, galline che covano in mezzo alle ceneri di rifiuti bruciati. Odori intensissimi, che arrivano ad ondate improvvise, alternandosi tra la frittura dei chapati o delle patatine e la decomposizione dell’organico.

Qui tanti bambini si trovano in strada, scappando da casa per aver subito abusi o anche per non avere più da mangiare. Jack, educatore di Koinonia, è un’autorità qui a Kibera. Mentre ci guida dentro la baraccopoli saluta tutti e intrattiene rapporti. Ci spiega che a Kibera ci sono molte bande giovanili che si danno alla criminalità e costituiscono un problema sociale, anche per i quartieri ricchi di Nairobi. Da dieci anni impegnato nel recupero dei bambini di strada, Jack sente questo lavoro come una chiamata di Dio.

“Come fai a guadagnarti la fiducia dei bambini?”. Gli chiediamo. “Bisogna stare con loro e viverci insieme. È una questione di passione e di fede”. Risponde lui.

Passione e fede si alimentano a vicenda: un buon test anche per la qualità della nostra vita cristiana.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...